lunedì 4 gennaio 2016

I NUOVI PRINCIPI DELLA NORMA ISO 9001:2015


 
La ISO 9001:2015 è una norma a livello internazionale che è stata pubblicata in data 23/09/2015 dal UNI. Sostituisce la  ISO 9001:2008 che è stata in vigore fino al 14/09/2018. Usata da aziende pubbliche e private per dimostrare ai propri clienti che i processi con cui è creato un prodotto/servizio rispecchiano i requisiti minimi imposti da standard internazionali.

La nuova norma enfatizza alcuni approcci prima sottintesi. La gestione del rischio diventa un requisito basilare di tutti i sistemi di gestione. L’approccio alla gestione del rischio viene tenuto il più possibile generico, senza porre limiti alla metodologia che una organizzazione può adottare. Vi è un maggior coinvolgimento dell’Alta Direzione nell’implementazione del QMS (Quality Management Systems) all’interno dell’Organizzazione.

RISCHIO

Nella nuova norma si parla di “risk-based thinking” ed è un concetto fondamentale per il sistema qualità di un’impresa. Per essere in linea ai requisiti della presente norma internazionale, un’impresa ha la necessità di pianificare ed effettuare azioni che affrontano rischi e opportunità. Riconoscere i rischi per prevenire errori. Il rischio ha effetti positivi o negativi, ma di fatto, la sua valutazione crea un’opportunità. La presente norma, dunque, richiede all’impresa di determinare i propri rischi come base per la pianificazione della gestione della qualità, infatti, uno degli scopi di suddetta norma è quello di fornire uno strumento di prevenzione. C’è maggior flessibilità rispetto alla ISO 9001:2008, poiché la ISO 9001:2015 fa sì che un’impresa possa scegliere altre guide o norme per la valutazione dei propri rischi, poiché non tutte le imprese hanno stessi rischi e tutte le imprese hanno dimensioni e complessità differenti.

LEADERSHIP

L’alta direzione dovrà, dimostrarsi come guida ed esempio da seguire nel rispetto della gestione della qualità. Per fare ciò dovrà:

-       assumersi la responsabilità del sistema di gestione per la qualità;

-       assicurare gli obbiettivi;

-       assicurare la qualità nei processi;

-       promuovere il risk-based thinking;

-       assicurare la disponibilità di risorse;

-       comunicare l’importanza della gestione della qualità;

-       far partecipare attivamente le persone affinché contribuiscano all’efficacia del sistema di gestione;

-       promuovere il miglioramento;
 


 

Nessun commento:

Posta un commento