venerdì 10 giugno 2016

Lipotimia e sincope: cosa indicano?

Con questi due termini si indica un fenomeno molto semplice ma che può rilevarsi anche grave: il capogiro e lo svenimento.

La lipotimia indica il così detto capogiro. Il soggetto che manifesta tale malessere ha la sensazione della testa vuota, annebbiamento della vista e avverte il bisogno o la necessità di mettersi a riposo causato da indebolimento. La sincope indica invece proprio lo svenimento. Simile alla lipotimia, si sente la testa che gira, si hanno le vertigini o la nausea e la vista diventa annebbiata, inoltre la pelle può diventare fredda e può sudare poi, se non si è sorretti, si cade a terra.

Un fenomeno comune, ma che può rilevarsi grave se dietro ad esso vi è qualche problema che all’apparenza non può sembrare grave. Ad esempio, un fenomeno di lipotimia e sincope si può manifestare poiché vi è poca irrorazione sanguigna al cervello e ciò può portare ad ischemia cerebrale.

Inoltre, ora, con l’arrivo dell’estate bisogna fare molto attenzione poiché il caldo è un effetto molto comune che può portare alla lipotimia e sincope. Infatti il corpo per respingere il caldo tende a sudare e far sì che il sudore abbassi la temperatura del corpo, causando cosi una perdita di sali minerali e inoltre si manifesta la vasodilatazione che causa un allargamento delle vene generando maggior afflusso di sangue e minor pressione.

Il consiglio è quello di rivolgersi sempre ad un medico se si manifesta giramenti di testa o svenimenti non rari e un altro consiglio potrebbero essere quello di informarsi al meglio per cercare di riconoscere e prevenire cause gravi alla nostra salute. Un modo efficace per informarsi è partecipare ad un corso di Primo Soccorso dove verrete informati in maniera consona e sarete seguite nel miglior modo per salvaguardare alla vostra salute.

I soggetti maggiormente interessanti sono anziani e bambini, ma anche alcune categorie di lavoratori che spesso si trovano a dover operare all’aperto. Ad esempio lavoratori edili e stradali, agricoltori, pescatori e altri mestieri che non sempre richiedono il lavoro all’esterno. L’idea di frequentare un corso non è solo un ipotesi che potrebbe essere presa in considerazione, ma nel caso di lavoratore, è un obbligo di legge in quanto il testo unico 81/08 art. 37 c. 9 sancisce che il datore di lavoro nomini all’interno della propria organizzazione addetti al Primo Soccorso.

Secogest S.r.l. organizza all’interno della propria struttura corsi di Primo Soccorso e non solo.

Nei nostri corsi verranno affrontati i seguenti temi:

-  Riconoscere i vari sintomi

- Cosa fare e cosa non fare in caso di infortuni sul posto di lavoro

- Come intervenire e quali strutture chiamare

- La cassetta del primo soccorso

- Strumenti

Inoltre ci saranno anche delle prove pratiche che consistono nella RCP cioè la rianimazione cardiopolmonare, tecniche di primo soccorso, sindrome respiratoria, tecniche di tamponamento emorragico, tecniche di sollevamento e spostamento del traumatizzato, tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.


Per avere maggiori informazioni non esitate a CONTATTARCI.